La Bicicletta illuminante…

MI accingo a scrivere il mio Primo Post su questo spazio  che mi è stato concesso come finestra sul mondo della Bicicletta. Ovvio che la bicicletta ben si sposa con il tema di questo Quotidiano: un mezzo ad  “energia rinnovabile” che più lo usi più rinnova! Beh, non è una sciocchezza quello che sto scrivendo, ma la pura verità e se volete la ragione per cui a me e tante altre persone è nata la passione per le 2 Ruote. Inizia poco più di dieci anni fa la mia carriera pedalatoria, attraverso un contagio “fraterno” e la necessità di trovare una nuova attività motoria. L’approccio alla Mountain Bike è stata illuminante e mi ha aperto orizzonti che mai avevo immaginato: la scoperta di un ambiente che intorno a me giaceva in attesa di essere svelato. Così l”andare in giro in Bici” mi ha restituito quel contatto con la Natura che con gli anni avevo perso, mi ha regalato un territorio ricco di tesori, mi ha arricchito di nuove e vecchie amicizie, mi ha dato nuova ragioni per credere che un mondo migliore è possibile. Vieni in Bici, ti do un Paesaggio, il titolo di questo Blog, vuole sintetizzare proprio queste opportunità che le 2 ruote possono dare, non è retorica ma è davvero tutto lì: salire in Bici comporta una diversa concezione dell’ambiente che ci circonda che non è solo un impatto visivo ma concettuale. L’utilizzo dello strumento a Mobilità Dolce per eccellenza porta a riconsiderare lo stile di vita nel tempo, nello spazio e nelle relazioni sociali, modificando radicalmente il microsistema individuale ma anche il macrosistema – l’Ambiente, il Traffico, la Società,  ecc – con enormi vantaggi su entrambi. Non vorrei stare qui a elencarvi i vantaggi  concreti che l’utilizzo della bicicletta porta, ma un esempio si: l’Olanda come  noi la conosciamo oggi è quella generata dalla Rivoluzione della Mobilità che partì nel 1973! Oggi in Italia siamo all’Anno Zero con la necessità di riconsiderare un nuovo Sistema economico, una nuova Struttura sociale; abbiamo l’occasione di resettare un modello di vita basato sul consumo sfrenato che ha condotto al collasso la nostra Organizzazione, ed iniziare uno sviluppo sostenibile che trovi nella bicicletta un simbolo e uno strumento di riscatto.