E ci chiamano buonisti!

barconeDel miliardo circa di persone che soffrono la fame un quarto proviene dall’Africa. Più del 50% della popolazione subsahariana vive con meno di 1,25 dollari al giorno; al confronto un poveretto che chiede l’elemosina al semaforo di una delle nostre città sarebbe ricchissimo.
Da questi paesi provengono gran parte delle materie prime che alimentano il nostro consumismo: dal petrolio (vi dice nulla l’inchiesta sulle mazzette nigeriane dell’ENI?) ai metalli rari con cui sono fatti i display dei nostri cellulari.
Come se non bastasse, in Africa risiede un quarto del miliardo di persone che soffrono la fame, mentre in quegli stessi paesi le multinazionali dell’alimentazione hanno sequestrato a contadini, privi di un qualsiasi diritto di proprietà, ben 20,5 milioni di ettari di terreni agricoli, con contratti di affitto di 50-100 anni stipulati con le autorità locali, per coltivare mangimi per il bestiame che alimenta il nostro eccessivo consumo di carni bovine e soddisfa i nostri sfizi a tavola.
E le guerre scatenate in quei paesi qualcuno da noi continua a chiamarle con ignorante disprezzo “conflitti tribali” e continua a considerare l’IS con i suoi figli e figliastri africani (tipo Boko Haram) come espressione di arretratezza culturale e inciviltà. No cari miei; il deserto economico e sociale in cui versano le popolazioni africane e del medio oriente, lo abbiamo creato noi, prima sponsor del dittatore di turno, poi pronti a scatenargli contro la guerra, per mantenere questo incredibile flusso di ricchezza dai paesi poveri verso i paesi ricchi, e di prodotti agricoli da paesi affamati verso paesi che sprecano cibo e spendono denaro per curare l’obesità.
Oggi è un giorno molto triste: finisce il programma Mare Nostrum che nell’ultimo anno ha salvato 100.000 vite umane di poveracci che fuggivano da tanta miseria e tanta ingiustizia e viene sostituito dal programma europeo Triton che ha il compito di “proteggere i confini europei dall’invasione di immigrati” come gridano a gran voce leghisti, e destre varie, inclusi i cinque stelle che, coerentemente con le loro alleanze europee di estrema destra razzista e xenofoba, non perdono occasione di opporsi al riconoscimento dei diritti degli immigrati.
A questi signori, che mostrano sempre un volto turpe e arcigno per urlare le loro agghiaccianti ragioni, vorrei dire: com’è triste il vostro mondo e piccola la vostra mente, e inutile e arida la vostra vita orientata solo alla difesa della “vostra roba”; come è facile far finta di ignorare che anche la roba che ritenete vostra è stata rubata col ricatto economico e con l’inganno a coloro che ora disperati bussano alle nostre porte per chiederne indietro almeno qualche briciola! Definire chi non condivide le vostre ignobili ideologie “buonisti” e solo un modo per nascondere una scomoda verità. Fare i forti con i deboli è solo VIGLIACCHERIA! Sprangare le porte a chi chiede un po’ di quel benessere che ci siamo costruiti con le risorse estorte se non rubate dai loro paesi è solo INGIUSTIZIA!
Nessuno si salva da solo; il mondo e voi non vi salverete con le vostre parole violente urlate nelle piazze; c’è una grande verità in una espressione un po’ abusata “un sorriso salverà il mondo” e non è un caso se i leader che gridano contro gli immigrati hanno sempre il volto arcigno e mai un sorriso; se così vi piace sono orgoglioso di essere un BUONISTA!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>