Micro-Hydro e Salute alla National Academy of Sciences

A Washigton il 12 Novembre 2019 nella monumentale sede della National Academy of Sciences si è celebrato il summit annuale del Grand Challenges Scholars Program (GCSP).

Nella Sala Conferenze più grande con un notevole pubblico di professori e studenti provenienti da 61 università statunitensi, Matteo Abbondanza, uno studente di ingegneria clinica della Sapienza ha presentato il lavoro sul campo condotto in Honduras per un centro sanitario basato su un impianto Micro Hydro di un villaggio di pescatori.
In questa occasione, l’Accademia Nazionale di Ingegneria ha proposto al Prof. Andrea Micangeli di entrare a far parte del Comitato GCSP, come primo membro europeo, al fine di favorire una maggiore partecipazione delle università europee verso la creazione di un capitolo europeo del Programma.
Il GCSP è un premio dato dalla National Academy of Engineering agli studenti che affrontano una delle 14 sfide dell’umanità (simili ai SDG dell’ONU), lo studente deve fare un percorso di potenziamento di 5 competenze (ingegneristica, imprenditoriale, di consapevolezza sociale, globale e interculturale) .
Dopo la conferenza e la riunione del comitato, un buon numero di scuole di ingegneria ha chiesto accordi permanenti con le università italiane per unirsi all’esperienza FSA sia in America Centrale che in Africa orientale.
Il prossimo passo sarà un incontro a Roma il 17 dicembre, che sarà una sessione preliminare del Capitolo europeo del Programma di studi sulle grandi sfide.Nella foto Matteo Abbondanza e Andrea Micangeli al N.A.E. e la diapositiva che riassume il progetto

Grand Challenge FSA STAFF

mde
MA GCSP Slide 2019-11-12

Comments are closed.