Un capodanno luminoso

Di Sara Mattei e Federico Quaglini

Fotovoltaico per la crescita in zone rurali, questo è ciò che abbiamo incontrato a Rutenderi. Umile villaggio tra coltivazioni di legumi, situato fra le colline del Ruanda, dove è evidente la necessità di poter affrontare la notte in modo rivoluzionario.

Dall’ultima settimana di dicembre l’elettricità ha cominciato ad illuminare qualche casa, mostrando le sue potenzialità.

Arrivati al villaggio il 1° gennaio 2019, una dimostrazione popolare di gioia ci è stata riportata da un uomo, che a gran voce ha espresso l’emozione di aver passato la notte del capodanno con la luce!

rutenderi

L’impianto in questione è composto da 200 pannelli fotovoltaici, per una potenza complessiva di 50 KW, accoppiato con un pacco batterie in grado di approvigionare le utenze che al momento sono 500, ognuna delle quali possiede 2 lampadine una presa di ricarica. È evidente come un netto miglioramento delle condizioni di vita sia possibile solo se la gran parte della comunità è decisa a muoversi verso un’unica direzione. Al momento infatti solo il 20% delle batterie è utilizzato.

Il prossimo obiettivo per questo posto remoto è proprio far capire La potenzialità della corrente elettrica, permettendo lo sviluppo di attività locali.

rute1

Comments are closed.