L’addio di Totti un’elaborazione collettiva; adesso la Roma ritiri la maglia n. 10!

Addio TottiLa storia del calcio, e forse anche dello sport, mai aveva assistito ad un addio simile. Quello di Totti è qualcosa che travalica e trascende l’essenza stessa dello sport. E’ la rappresentazione collettiva del passaggio dall’infanzia alla maturità. E’ la presa di coscienza che si è diventati ormai grandi e non si può continuare a fare gli eterni bambini. Non è stato solo un addio al calcio, ma l’elaborazione di un lutto: muore il bambino e nasce l’adulto. Un passaggio che compiono quasi tutti e che mai nessuno ha messo in scena così pubblicamente come ha fatto Francesco Totti: davanti ad 80.000 persone e ad un pubblico televisivo ancora più ampio.

Ora che questo passaggio si avveri veramente oppure se Totti continuerà ad essere un eterno Peter Pan, come molti altri misconoiscuiti del pianeta, a mio avviso è questione secondaria. Quello che mi affascina di questa storia è perché tale rito ha coinvolto così massicciamente ed emotivamente Roma e buona parte dell’Italia. Perché un giornale inglese arriva addirittura ad indiividuare il sintomo di un inserabile declino per la città di Roma proprio nel momento che “il pupone” abbandona il calcio giocato?

Non ho risposte, però non mi sento neanche di affermare a cuor leggero che si tratta dell’ennesima rappresentazione mediatica da soap opera in salsa trasteverina, nè l’ultima trovata virtuale del villaggio social-globale.

Non sono un sociologo, non ho risposte. Rientro pertanto nel mio abito, che è quello di osservatore e narratore di sport per dire che la AS Roma avrebbe un solo modo per onorare correttamente un grande campione che lascia: ritirare la maglia n. 10. Lo fa il basket, lo fanno gli altri sport (tranne il rugby per cui la numerazione della maglia ha ancora un valore effettivo sul campo), lo ha fatto il Milan con Baresi… non vedo perché non dovrebbe farlo la Roma con Totti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>