SEMPLICEMENTE GENIALE 2

L’aquilone “energetico” ha suscitato interesse e precisazioni, pertanto mi è sembrato opportuno aggiungere qualche dettaglio attinto dal sito www.kitegen.com,  giunto come commento al primo articolo (Edd) oppure inoltrato tramite e-mail dall’ing. G. Ozenda che mi ha fornito anche la foto qui accanto.

Innanzi tutto qualche dato sul vento in quota perché già ad 800 m  raggiunge una velocità di 7,2 m/s ovvero quasi il doppio rispetto a quella utilizzata dalle torri eoliche. Questa velocità comporta però una potenza specifica di 205 W/m2, ovvero 4 volte quella ottenibile con le torri eoliche poste a circa 80 m (58 W/m2). Questo significa che ogni punto della superficie terrestre, a 800 metri sulla propria verticale, con una centrale Kite Gen, potrebbe attingere ad una potenza specifica del vento sufficiente per la produzione di energia (PULITA).

Per quanto riguarda i materiali, l’ala è costruita in kevlar, una fibra con alte prestazioni meccaniche brevettata dalla DuPont nel 1973 che deriva da una reazione di polimerizzazione fra una diammina (gruppi -NH2) aromatica ed il cloruro dell’acido tereftalico. Questo materiale arriva ad avere una resistenza meccanica maggiore 15 volte rispetto ad un acciaio. Non è un caso che questa resina sia impiegata per farne giubbotti antiproiettile.

Le funi invece sono fatte in polietilene ad altissimo peso molecolare (compreso fra 2-6 milioni) noto come DYNEEMA o Ultra-high-molecular-weight polyethylene (UHMWPE) ed anche questo polimero viene utilizzato per proteggersi da una pioggia di ….. proiettili. L’UHMWPE ha infatti una resistenza addirittura più alta del Kevlar!

I cavi di trazione non sono “fili elettrici” ( la corrente elettrica viene prodotta da generatori al suolo, non in quota ) inoltre le funi, dotate di altissima resistenza meccanica e non conduttrice, non consentono l’accumulo del ghiaccio perché quando sono sottoposte a trazioni cicliche di decine di tonnellate si deformano e frantumano le formazioni di ghiaccio sul nascere. Dette sollecitazioni, inoltre, alzano la temperatura della fune di oltre una decina di gradi per l’attrito interno alle fibre.  Ribadisco il concetto: semplicemente geniale! L’unico dubbio che ho, piccolissimo e relativamente ai materiali, riguarda la possibile degradazione del kevlar da parte dei raggi UV prodotti dal sole che potrebbero avere “vita facile” con i numerosi doppi legami e gruppi carbonilici (C=O) presenti nel polimero: andrò a verificare in letteratura.

E’ possibile comunque visitare il cantiere di Sommariva Perno ( CN ) dove è stato allestito il prototipo da 3MW e colloquiare con i progettisti per conoscere qualunque dettaglio concettuale ed impiantistico.

7 commenti per “SEMPLICEMENTE GENIALE 2

  1. I really like it when folks come together and share ideas. Great blog, continue the good work! facetime for pc An exclusive computer system application which comes preinstalled in every Apple products.

  2. An impressive share! I’ve just forwarded this onto a coworker who was doing a little research on this. And he actually bought me lunch because I discovered it for him… lol. So allow me to reword this…. Thanks for the meal!! But yeah, thanks for spending time to talk about this issue here on your web site.
    Steam Screenshot Folder
    System Service Exception

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>