Il mondo capovolto

In un mondo capovolto, chi si propone di rovesciarlo in realtà lo rimette dritto, e quindi costui, che avremmo definito un rivoluzionario, diviene di fatto un restauratore, nel senso positivo del termine cioè uno che ripara ciò che si è rotto rimettendo al giusto posto tutto le cose. Cerchiamo di elencare alcuni motivi per cui riteniamo che il mondo sia capovolto.

  1. L’uomo è al servizio dell’economia e non l’economia al servizio dell’uomo
  2. L’economia è al servizio della finanza e non la finanza al servizio dell’economia
  3. Il cittadino è asservito alla burocrazia anziché essere la burocrazia al servizio del cittadino
  4. Scuole e università dovrebbero formare competenze mentre invece il processo di selezione per i docenti e in generale per posizioni di responsabilità è quasi sempre indipendente dalle competenze dimostrabili e dai titoli di studio
  5. I giornalisti sempre più spesso si intervistano fra loro, anziché intervistare gli esperti e i portatori di interesse sui diversi problemi
  6. I politici sono chiamati ad esprimersi su cose che non sanno e gli scienziati che le sanno non vengono ascoltati.
  7. Chiamiamo “produzione di ricchezza” un processo produttivo che nel suo complesso trasforma risorse naturali limitate in rifiuti
  8. Investiamo enormi capitali in treni super veloci mentre il sistema di trasporto più utilizzato, quello su breve e media distanza è totalmente carente e inaffidabile.
  9. Distruggiamo risorse preziose in impianti di smaltimento sostenendo che ciò produce ricchezza
  10. Consumiamo beni preziosi anziché utilizzarli senza distruggerli
  11. Per risparmiar tempo utilizziamo automobili veloci su strade sempre più intasate dove viaggiano sempre più lente
  12. Trasportiamo da nord a sud merci sui TIR lungo un territorio montuoso e dissestato e non le trasportiamo per mare.
  13. Invochiamo la crescita dei consumi illimitata di risorse limitate come prospettiva di benessere.
  14. In un paese ricco di sole e geotermia come pochi al mondo, investiamo in carbone, petrolio e metano che non abbiamo.
  15. La vita umana è al servizio delle macchine e delle tecnologie anziché le macchine al servizio della vita umana
  16. Per creare posti di lavoro facilitiamo i licenziamenti.
  17. Per far spazio ai giovani prolunghiamo la vita lavorativa degli anziani.
  18. Per ridurre la durata dei processi anziché sciogliere i nodi che li allungano, li cancelliamo con la prescrizione breve, consentendo a chi può permettersi avvocati di grido, sequenze di cavilli artificiosi, non per raggiungere la verità ma la prescrizione.
  19. Per riparare a situazioni perniciose di illegalità diffuse, premiamo con condoni e agevolazioni di ogni tipo chi non rispetta le regole, anziché premiare chi le rispetta
  20. Spendiamo miliardi per riparare i danni del disseto del territorio, e diciamo che non ci son soldi per sanare i dissesti
  21. Un flusso crescente di materie prime parte dai paesi poveri verso i paesi ricchi.

…. e qui mi fermo per non scrivere altre cento pagine

In un mondo capovolto la crescita, supposta portatrice di benessere, apre prospettive di crisi sempre peggiori, fino alla decrescita del benessere.

In un mondo capovolto chiamiamo moderato chi vuol restare capovolto ed estremista chi vuol rimettere in ordine logico le cose.

E così la destra diventa sinistra e la sinistra destra in un mondo politico che ha perso l’orientamento.

1 thought on “Il mondo capovolto

  1. mi permetto di aggiungere un punto 22. il legislatore invece di legiferare semplifica. Ovvia conseguenza di anni di bulimia normativa senza rigore e logica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*