7 thoughts on “Gli elefanti in cielo

  1. Tranquilli la Terra o se preferite Gaya si raffredda..
    Non so se volano gli elefanti io vedo solo asini volanti e troppi soldi dietro la fanfara della CO2.

    MSNBC riporta che la M-A-N-C-A-N-Z-A di aumento di temperatura negli ultimi 12 anni ha convinto ambientalista James Lovelock (ipotesi Gaia) che l’allarmismo climatico non era giustificato.
    http://wattsupwiththat.com/2012/04/23/breaking-james-lovelock-back-down-on-climate-alarm/

    James Lovelock pugnala alla schiena Al Gore, si scusa con tutti e si schiera con gli scettici
    http://www.informarexresistere.fr/2012/07/03/james-lovelock-pugnala-alla-schiena-al-gore-si-scusa-con-tutti-e-si-schiera-con-gli-scettici/#ixzz28bgr525W

  2. Gaia non si raffredda affatto gentile Iannelli, basta guardare il grafico delle temperature globali per accorgersene (http://www.cru.uea.ac.uk/). La stasi apparente degli ultimi anni avviene comunque a livelli termici inusitati negli ultimi 150 anni e io temo molto l’avvio di un’altra rampa in salita che potrebbe condurci molto vicino a +2 gradi rispetto al riferimento precedente (media 1961-1990). Anche in Italia il clima cambia in fretta come si vede bene nei materiali messi online e aggiornati dal Cnr (http://www.isac.cnr.it/climstor/climate_news.html#long-term).
    Se a questi grafici associamo quello che descrive il drammatico scioglimento della calotta artica, http://nsidc.org/arcticseaicenews/files/2000/12/Figure3.png, il quadro si fa ancora più preoccupante. Insomma il malato ha la febbre, anche se al momento il quadro è stazionario. E’ quindi il momento giusto per una terapia risolutiva, prima che la situazione diventi ancor più seria e la prognosi infausta.

    • Gentilissimo (vmarletto)
      livelli termici inusitati negli ultimi 150 anni?
      /——–/
      Senta io di inusitato vedo solo l’enorme truffa di 2900 miliardi di euro.

      Probabilmente.
      Se ai cittadini europei si dicesse chiaramente l’entità delle tasse estorte (2900 miliardi) per questa truffa climatica comprenderebbero che la crisi è strettamente correlata e pianificata.

      http://www.blogrisparmio.it/guide/riduzione-emissioni-necessari-2900-miliardi-di-euro-entro-il-2020-per-raggiungere-i-target-ue.html 27/05/2011

      ALTRO NON VEDO:
      La bugia del riscaldamento globale INESISTENTE trasformato in TRUFFA?

      QUESTE LE CIFRE IN BALLO dietro la follia della CO2:

      ..per le sole rinnovabili elettriche alla incredibile quota di 240 miliardi ..

      http://reteresistenzacrinali.wordpress.com/2012/12/01/rassegna-stampa-sul-dibattito-attorno-al-documento-della-nuova-strategia-energetica-nazionale/

      Clini: stiamo spendendo 12,5 mld l’anno per le rinnovabili, sì a Kyoto 2

      http://www.imolaoggi.it/?p=34666

      Il “nuovo” clima costa, Clini: spenderemo 2,5 miliardi l’anno per 15 anni

      http://www.diregiovani.it/home-diregiovani/18417-clima-costa-clini-spenderemo-25-mili.dg

      Al danno la BEFFA delle nostre aziende in “FUGA”!!

      Il ‘Cap-and-Trade’ del CO2 l è un meccanismo geniale per riempire le tasche di pochi furbi con i soldi dei contribuenti europei (ma soprattutto italiani) e fornire visibilità a politici cinici ed irresponsabili, senza tuttavia apportare alcun beneficio misurabile all’ambiente.
      E’ un meccanismo che deprime le già depresse economie europee.
      E che rende ancor più appetibile la delocalizzazione delle industrie verso i paesi non soggetti ai vincoli del Protocollo di Kyoto ( che sono in tutto 155).

      http://www.thefrontpage.it/2011/07/02/il-cap-and-trade-del-co2/

      /————–/

      E quanti SALVAPIANETA.. dalla tanti cattiva CO2..

      SESSANTA MILIARDI DI DOLLARI al “WWF“!:

      ..emersa però un’agenda nascosta circa la preservazione di questa parte di foresta amazzonica, che consiste nel permettere al WWF ed ai suoi partners di condividere la vendita di crediti di emissione di anidride carbonica per un valore di 60 MILIARDI DI DOLLARI,..
      Il WWF, che già guadagna 400 miliardi di Sterline annualmente, ..
      http://www.telegraph.co.uk/comment/columnists/christopherbooker/7488629/WWF-hopes-to-find-60-billion-growing-on-trees.html

      Non di meno leggo che:

      Federparchi ed i parchi rappresentano per LEGAMBIENTE e per i suoi dirigenti la più grande fonte di guadagno (anche P.E.R.S.O.N.A.L.E ) dei prossimi decenni. CENTINAIA DI MILIONI DI EURO ! La parola magica è C.A.R.B.O.N – C.R.E.D.I.T
      http://youstrong.wordpress.com/

      Tra il 1998 e il 2009, l’UE ha erogato 66.000.000 € alla lobby verde. Si tratta di una sorta di “finanziare e ci terremo catastrofe previsione del clima e si può produrre le imposte verdi, sulla base delle nostre previsioni che terrorizzare i cittadini”.

      http://toryaardvark.com/2012/02/09/friends-of-the-earth-wwf-recieved-billions-from-eu-to-promote-agw-scam/

      /——————/

      GLI ELEFANTI IN CIELO??

      A me sembrano solo “DOLLARI”

      Il lupo perde il pelo… La stima è della World Bank, che aggiunge anche un’altra preziosa informazione: il valore totale di questo mercato potrebbe superare quello del petrolio. Con una differenza. Il petrolio genera energia, l’aria no, almeno fino a che qualcuno non avrà rispolverato il segreto di Tesla.
      Al massimo la si può friggere, proprio come stanno facendo i professionisti della finanza creativa.
      Carbon credit come commodity
      Il mercato dei certificati verdi ..
      ..Secondo stime della World Bank, entro il 2020 questo mercato potrebbe valere più di 3.500 miliardi di dollari, un controvalore superiore anche a quello del mercato globale del petrolio. E già da qualche anno i trader hanno intuito le potenzialità dei carbon credit come forma di investimento. I certificati, infatti, sono scambiati tra privati su alcune borse specializzate in tutto il mondo: la Chicago Climate Exchange, la borsa merci di Bratislava, il Nasdaq Omx Europe Commodities. Negli ultimi mesi, in particolare, vi è stato un boom di investimenti privati in fondi di trading di carbon credit. La Advanced Global Trading di Dubai, uno dei principali broker specializzati in certificati Co2, ha registrato un crescente numero di clienti pronti a spostare i propri investimenti dall’oro ai cabon credit. Uno dei pionieri, Climate Change Capital, società di asset management e advisory ha raccolto ad oggi più di 1,4 miliardi di masse in gestione…
      http://www.climatemonitor.it/?p=26463

      😉 Visto che ELEFANTI?

      Informazione climonetaria
      ..Banchieri all’assalto dunque, con il presidente della WB che ammonisce il mondo intero circa la necessità di sprintare verso la riduzione delle emissioni di CO2 (anche perché altrimenti salta l’affare Carbon Trading e saltano i 7 miliardi di dollari di Fondi di Investimento Climatici che la Banca amministra generando un giro d’affari di altri 43 miliardi di dollari in investimenti “clean” e resilienza climatica).
      Se avete voglia di farvi del male da soli, qui trovate il documento. Ognuno lo legga e, nei limiti del proprio discernimento, ne valuti i contenuti. In questa sede mi limito a indicarvi come la notizia è stata recepita dalla gioiosa macchina da guerra dell’informazione.
      Qui, sul web di RAI Replay, i tre minuti di servizio dedicati all’argomento da TGR Leonardo. Attenzione perché qui vi fate male sul serio. Non una delle affermazioni fatte dal conduttore e dal redattore ha un minimo di fondamento di verità..
      http://www.climatemonitor.it/?p=28724#comment-16243

Comments are closed.