Al Parlamento europeo di Bruxelles un workshop per riflettere sulle Energie Rinnovabili

di Benedetta Michelangeli

 

L’8 novembre il Parlamento europeo a Bruxelles ospiterà il workshop “Renewable Energy in the Internal Energy Market” al quale avrò l’opportunità di partecipare per conto dell’unità SET Sustainable Energy Technologies.

Quello di giovedì, organizzato dalla Direzione delle Politiche economiche e scientifiche, sarà un appuntamento importante per riflettere sul tema delle rinnovabili nel settore energetico e sulle modalità più efficaci affinché quella dello sviluppo sostenibile diventi una realtà diffusa in tutta l’Unione europea.

Il workshop è aperto a tutti e chiunque sia interessato a parteciparvi può registrarsi inviando una mail a poldepeconomyscience@europarl.europa.eu.

Sarà Herbert Reul, eurodeputato dell’ European People’s Party e membro della Commissione ITRE ad aprire il workshop, scandito in due sessioni: la prima, sarà incentrata sull’integrazione, i costi di sviluppo delle infrastrutture e la pianificazione del mercato del Renewable Electricity Standard for Europe (RES-E). Si tratta di un vero e proprio marchio di qualità ecologica che dovrà indicare ai consumatori se il tipo di energia elettrica da loro utilizzata provenga da fonti energetiche rinnovabili, con lo scopo di aumentarne la domanda e di creare uno standard per la fornitura di energia elettrica ‘verde’ che sia accettato in tutta Europa.

COS’E’ IL RENEWABLE ELECTRICITY STANDARD FOR EUROPE- L’occasione del workshop è quindi quella di capire a quale punto del suo cammino il RES-E sia arrivato. Nato nell’estate del 2011 dall’incontro tra alcuni rappresentanti del RECS International e dall’Associazione Finlandese per la Conservazione della Natura con l’obiettivo comune di sviluppare un international green electricity standard, ad oggi RES-E conta più di trecento partner. Da produttori a fornitori, da consumatori a ONG che lavorano per la tutela dell’ambiente, sono in molti a investire in questo progetto. Dallo scorso aprile si stanno raccogliendo contributi e proposte per redigere il Disciplinare del RES-E, e dal 15 settembre i Criteri di Riferimento per l’applicazione degli standard RES-E sono in via di definizione. La versione attuale di questi Criteri si basa su proposte ricevute da parte di ONG ambientaliste, nonché da  produttori e fornitori di elettricità che condividono l’esigenza di proteggere gli ecosistemi e la biodiversità e tenendo in considerazione la disastrosa situazione dei cambiamenti climatici. Tra i Criteri c´è la sostenibilità, per cui RES-E ammetterà solamente elettricità da fonti rinnovabili; il dovere dei fornitori di informare i consumatori su quale tipo di fonti rinnovabili e in quale Paese è stata prodotta l’energia elettrica che ha acquistato, e l’addizionalità. Grazie a quest’ultimo principio per ogni MWh di elettricità RES-E venduto, dovrà essere versato un contributo a un Fondo di Addizionalità esterno a RES-E in modo da ottenere somme per investire nell’incremento di produzione di elettricità verde.

 OSPITI E TEMI- Dietmar Linderbergen, Direttore dell’ EWI- Institute of Energy Economics dell´University of Cologne parlerà dei costi e dei benefici degli investimenti di rete nel mercato unico dell’elettricità dell’UE, mentre “Ridefinire a breve termine la struttura del mercato in presenza di grandi quantità di RES-E” sarà il tema sul quale  Carlos Batlle, Professore della Comillas University riferirà.

La seconda sessione del workshop sarà aperta da David Buchan, ricercatore associato dell’Oxford Institute for Energy Studies che si concentrerà sul progetto RES-E attraverso l’Europa, mentre Corinna Klessman, Managing Consultant di Ecofys riferirà a proposito dell’interazione dei sistemi nazionali di energia rinnovabile nel mercato europeo dell’energia elettrica. Infine Jaroslav Knápek, Direttore del Departement of Economics,Management and Humanities della Czech Technical University di Praga parerà del caso dell’Europa del Centro-Est in materia di internal energy market.

Benedetta Michelangeli

 

Informazioni Utili:

Giovedi 8 November 2012, dalle 14:00 alle 16:30

Parlamento europeo, Bruxelles, József Antall building, room JAN 4Q1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*